lunedì 4 giugno 2012

Scissione

A nove anni, per andare a trovare mio padre, sono stata scaricata su un aereo che doveva sorvolare per circa otto ore la superficie terreste nella direzione Sud Est asiatico. Altre quattro ore nell'attesa della coincidenza a Londra. Un totale di dodici ore per una bambina che tutto sommato non conosce la definizione di famiglia. Fattibilissimo.
A parte la noia e l'abuso di coca-cola in aereo, è andato tutto bene e non scorderò mai la sensazione che ho provato nell'abbracciare mio padre. E' molto simile a come mi sento adesso, ma al contrario, se quella volta mi sono sentita rinascere con quante più energie esistessero nell'universo, adesso voglio morire con quanto più dolore esista qui sulla Terra.


Sul secondo aereo, ad una quota di 10 000 metri circa, guardando fuori dall'oblò mi sono resa conto di essere perfettamente a metà tra mia madre, in Italia e mio padre, in KZ. Ho realizzato di essere da qualche parte nel cielo, completamente sola, per sempre.
Col senno di poi dopo quel viaggio non avrei fatto molte delle mie scelte e probabilmente sarei qui a scrivere in un'altra lingua, ma mi sono limitata a piangere tantissimo e a farmi coccolare dalle hostess inglesi.


C'è questo senso di sopravvivenza, questa conservazione della specie; sono cose che mi impediscono di scomparire per sempre e mi tengono inchiodata ed inconcludente qui, a tendere una mano nel vuoto sapendo benissimo che non ci sarà nessuno, che ce la dovrò fare da sola e che nessuna ragazza profumata e con le mani delicate mi asciugherà le lacrime dicendo che manca poco.


Insomma, molti mi domandano perché mi sono scelta lo pseudonimo di Sever, per il cognome.
La risposta è che scindersi è l'unico modo per sopravvivere, anche se poi la gente ti reputa pazza.


"the only way you survive is on your knees"



4 commenti:

  1. Anche io a suo tempo per sopravvivere sono ricorso alla scissione, ho vissuto per molti anni 2 vite separate e incomplete, 1 quella familiare fatta principalmente di paure di una tragedia sempre imminente, l'altra quella del mondo che non potevo mai vivere in modo libero e sereno perchè condizionata dalla prima. Scindersi per mia esperienza è un ottimo modo per sopravvivere non certo per vivere. Ti senti sola, io mi sento solo, ma sono anche altro, sono le mie passioni, il mio respiro, le mie paure, e le mie speranze, le mie illusioni e i miei desideri, sono una vita un pò più serena che sta prendendo forma da 2 incomplete e talvolta volte sono anche solo... questo si.

    RispondiElimina
  2. non sto parlando della scissione in quel senso, sto parlando proprio del fatto che io mi scindo in quello che sono le mie passioni, il mio respiro, le mie paure, le mie speranze, le mie illusioni e i miei desideri.

    ogni tanto esplode qualche bomba atomica, ma c'è tempo di ricostruire

    RispondiElimina
  3. Sì non avevo capito il tuo senso. Ho apprezzato la conclusione della tua risposta "ma c'è tempo di ricostruire".

    RispondiElimina